Music Generation

Music Generation oltre ad essere una delle grandi novità della stagione 2012 è la vera punta di diamante del palinsesto di questa stagione di Port Aventura. Impossibile non collocarlo al primo posto di questa classifica, poiché seppur gli altri spettacoli, siano davvero notevoli, Music Generation ha quel "qualcosa" in più degli altri.
Lo spettacolo si prefigge di far percorrere un viaggio sull'onda, per l'appunto, di un'intera generazione musicale, passando sulle note delle canzoni forse più famose o se non altro più conosciute di ciascun decennio, partendo dagli anni '50 per giungere fino ai giorni nostri con Lady Gaga.

Quello che rende speciale questo spettacolo è l'assoluta armonia che lega tutti gli innumerevoli elementi che lo compongono: partendo dalla bravura del cast, che esegue dal vivo i brani, la bellezza delle coreografie, i numerosi cambi di costume che aiutano a scandire il passaggio di ogni decennio musicale, la fusione all'interno delle coreografie di elementi d'intrattenimento circense, con numeri eseguiti da artisti di notevole bravura (alcuni di loro arrivano persino dal Cirque du Soleil) che risultano talmente ben amalgamati da non offuscare le esecuzioni dei ballerini.

Notevole la performance di "Michael Jackson" che non solo risulta molto credibile, ma che riesce a coinvolgere ancor di più il pubblico grazie alle sue "invasioni di campo" sulle gradinate del teatro. Vanno aggiunti effetti di ogni genere, come le proiezioni su monitor incastonati nella scenografia, o perfino le vampate di fuoco ritmate!

Music Generation riesce ad intrattenere il pubblico, senza che esso si distragga neanche per un momento e la mezz'ora abbondante di spettacolo scorre in maniera inesorabile, per culminare in una meritatissima standing ovation, dedicata a tutto il cast di ballerini cantanti, artisti circensi nonché al suo creatore Gianfranco Bollini, da parte delle quasi 1200 persone che quotidianamente riempiono il grande teatro. In sintesi Music Generation è uno spettacolo per tute le età, poichè seppur vero che i bambini possono forse non capire fino in fondo il dolce sapore nostalgico di alcuni brani proposti, vengono comunque conquistati dalla freschezza dell'esecuzione delle coreografie e dei numeri circensi, mentre gli adulti, possono rivivere attraverso questo grande viaggio, emozioni sopite, risvegliate da una vena di rinnovamento.